Super Team

Diario di viaggio: la Sicilia

La più estesa regione d’Italia, la più grande isola del Mediterraneo e la 45 esima su tutta la terra per ampiezza, la Sicilia è molto di più di un territorio definito: è un mondo. Meraviglioso per paesaggi, ricchissimo di storia e di patrimonio culturale, inebriante per quel suo essere il fulcro del mare delle civiltà. Difficile in Sicilia distinguere mito da realtà, ché tuto qui assume una dimensione narrativa, tutto è iperbolico. Ha la forza del mare, ha la stanchezza del vento del deserto, ha il sublime dell’Etna che erutta ed è vulcano terribile e benefico al tempo stesso, ha il calore del sole, ma anche il freddo intenso dei monti e poi ha un ricamo continuo della storia: dai fenici, ai greci e ancora dai Normanni che fecero qui il loro regno agli Svevi, dagli arabi agli angioini e agli aragonesi, perfino gli austriaci hanno regnato per un brevissimo tempo lasciando il posto ai Borboni, infine ai Savoia e alla Repubblica Italiana. Ognuna di queste dominazioni è stata una dimensione di pensiero, si è trasformata in architetture, ha conformato i caratteri, le città, in una terra dove il feudalesimo ha resistito fino a dopo l’unità d’Italia dove il latifondo era estesissimo e dove le famiglie nobili facevano a gara ad ornare le città, lasciando nelle campagne le masserie, i bagli spesso fortificati, e i braccianti ad abitare in povere case.

La Sicilia è una terra narrativa e non stupisce  se qui prima ancora di dante con Cielo d’Alcamo è nata la lingua italiana e la poesia volgare che qui siano nati e abbiamo lavorato i più grandi narratori italiani: da Luigi Pirandello (imperdibile a Kaos nei pressi di Agrigento la sua villa e quella tomba che è un pino marittimo sotto il quale riposano le ceneri dello Shakespeare mediterraneo) a Giovanni Verga, da Salvatore Quasimodo (come Pirandello insignito del Nobel per la letteratura) a Leonardo Sciascia, da Gesualdo Bufalino ad Andrea Camilleri. Ma forse l’autore che più merita considerazione è Giuseppe Tomasi di Lampedusa che col il suo Gattopardo ha descritto la sicilianità meglio di chiunque altro. Chi ha visto il film di Luchino Visconti con Claudia Cardinale, Burt Lancaster e un giovane Alain Delon che nei panni di Tancredi prenuncia la famosa frase “Se vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi” ha colto del Gattopardo l’intensità scenografica, ma non l’introspezione psicologica – dacché la narrativa siciliana è tutta permeata da questa idea della psiche che deforma il reale – che Tomasi di Lampedusa appartenente ad una delle famiglie più nobili della Sicilia conduce per raccontare il feudalesimo mai tramontato sull’isola. E un viaggio insolito in Sicilia potrebbe cominciare proprio da Santa Margherita Belice (dove assaggiare l’ottimo olio e la Nocellara oliva da tavola di invidiabile fragranza oltre al pecorino siciliano dove ancora c’è il palazzo avito dei Tomasi di Lampedusa e dove a Giuseppe è stata dedicata una statua. Ma sulla scorta della letteratura si può andare a scoprire un altro prodotto invidiabile della Sicilia. Siamo a Modica città dove non si può perdere la cattedrale barocca dove assaggiare il cioccolato modicano che è un unicum (la cioccolata qui non viene concata come si usa in tutto il mondo ma la granella di caco è usata tal quale) e dove si davano convegno Quasimodo, Bufalino, Sciascia: una sorta di società letteraria............... Il viaggio continua.

Scarica gratuitamente la guida "Diario di viaggio - Cibo, cultura e passione del Sud Italia" a cura di Carlo Cambi.

 

Scopri tutti i prodotti della Sicilia!

Inizia il tuo tour virtuale tra le meraviglie paesaggistiche e artistiche!

 

Torna alla prima pagina
 

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, IS.NA.R.T. scpa e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy Per maggiori dettagli, leggi la nostra Cookie Policy.

Accetto i cookie da questo sito